dicembre

11

0

Livorno e il Quartiere La Venezia

Inserito da: Villaggio Azzurro   Categorie: Livorno, Percorsi Consigliati

Fortezza Vecchia Livorno

Fortezza Vecchia, scorcio. Foto di Luca Peruginelli

Fortezza Vecchia, Gabbiani, Livorno

Gabbiani in Fortezza Vecchia. Foto di Luca Peruginelli

Una volta decisi ad affrontare la città di Livorno, andate dritti al porto e trovatevi un parcheggio a pagamento per la vostra auto, seguendo la direzione per Porto Mediceo, Imbarco Traghetti. Il tragitto in auto dal Villaggio Azzurro dura non più di mezzora, se non si trova traffico sul litorale da Quercianella.

Il centro storico della città si sviluppa proprio intorno a questa parte più antica del porto di Livorno, quella che oggi è dedicata agli approdi turistici, e comprende la Fortezza Vecchia e  tutto il quartiere Venezia delimitato  dal fossato pentagonale progettato dal Buontalenti per collegare via acqua la Darsena coi magazzini cittadini, ed I Fossi.

In gran parte distrutto dai bombardamenti della seconda guerra mondiale, il quartiere Veneziaconserva ancora la suggestiva rete di canali, ponti e scali, che ricordano il paesaggio lagunare veneziano. Questa complessa architettura urbana soddisfaceva le esigenze dell’antico porto di Livorno, nato come porto di deposito. Le merci che giungevano a Livorno su mercantili di grossa stazza al comando di capitani-mercanti, venivano trasbordate sui navicelli, imbarcazioni agili e di stazza inferiore, che traversavano i canali e raggiungevano i magazzini dove  venivano conservate spesso per lunghi periodi, in attesa che venissero commercializzate. Via Borra

è la strada più nobile del quartiere Venezia. Qui si trovavano i palazzi dei mercanti e delle istituzioni più ricche. Nel Settecento fu la via elegante della città mentre nell’Ottocento vi furono e sedi dei consolati di Anversa, Brema, Lubecca, Hannover, Prussia, Sassonia e Inghilterra. I Bottini dell’Olio è l’ultima delle grandi opere volute in città dalla famiglia dei Medici. Al suo interno venivano originariamente conservati gli olii in attesa di essere venduti, in seguito vennero utilizzati anche per conservare vini, granaglie, pizzicheria ed altre merci.

Nei primi giorni di agosto di ogni anno, il quartiere ospita una kermesse artistica, culturale, offrendo ai suoi visitatori eventi straordinari ogni sera. Gli artigiani locali espongono le loro produzioni ed i ristoratori organizzano cene a base di menù tipici locali in una fiera che si estende per tutte le vie del quartiere Venezia, animandolo in questo festival lungo dieci giorni, che si chiama EFFETTO VENEZIA.